La definizione di “fama” di Quintiliano

maggio 15, 2009 § Lascia un commento

Per sintetizzare molte cose dette sulla fama e il suo duplice valore, ecco la definizione di Quintiliano, Institutiones Oratoriae, V, 3:

Famam atque rumores pars altera consensum civitatis vel publicum testimonium vocat, altera sermonem sine ullo certo auctore dispersum, cui malignitas initium dedit incrementum credulitas

C’è chi definisce fama e dicerie come consenso fra i cittadini e pubblica testimonianza; altri però le ritengono un discorso messo in giro senza la certezza di una fonte, a cui ha dato inizio la malevolenza e incremento la credulità

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria lessico su Latino.